Giovedì, 20 Marzo 2014 21:24

Concerto dell’Orchestra di Fiati del Conservatorio di Udine

Scritto da A.Fi.S.
Vota questo articolo
(0 Voti)

Sabato 15 marzo 2014, alle ore 20.45, presso l’Auditorium di Pagnacco di Udine, nell’ambito del Progetto Erasmus e in collaborazione con Artez Institut of the Arts (NL) si è tenuto il Concerto dell’Orchestra di Fiati del Conservatorio di Udine. La giovane formazione orchestrale è stata diretta dal maestro Joost Smeets che si è già esibito con grande successo sul podio di numerose e rinomate orchestre internazionali e che con i ragazzi dell’orchestra del Conservatorio ha tenuto un master nei giorni precedenti il concerto. Nell’esecuzione di uno dei brani del bel programma previsto per la serata, l’orchestra è stata affiancata dal Quartetto di sassofoni “Accademia”, considerata a livello interazionale tra i gruppi più attivi nel suo genere.

                                    Orchestra_Fiati_Conservatorio  Orchestra_Fiati_Conservatorio1 

Ci preme sottolineare la realizzazione di questo prestigioso concerto, perchè all’interno dell’Orchestra di Fiati del Conservatorio di Udine che sabato sera si è esibita, ben sette componenti provengono, a vario titolo, dall’Associazione Filarmonica Sanvitese!

Per noi, Direttivo dell’Associazione, è fonte di grande soddisfazione sapere che alcuni “nostri” ragazzi sanno dare il loro contributo in una formazione di così alto livello musicale; per loro, in particolare per Francesco Cristante, Anna Favot, Leonardo Gasparotto, Raul Moretto e Federico Navone il master e il concerto che ne è seguito sono stati un’opportunità che hanno saputo cogliere, magari con fatica, ma che sicuramente li ha gratificati.

Riportiamo di seguito le parole significative ed importanti tratte dal programma di sala della serata. Quanto scritto ci conferma da una parte la positività del percorso intrapreso nella relazione con il Conservatorio di Udine per una sempre maggiore qualificazione della nostra scuola, e dall’altra l’importanza della valorizzazione della componente bandistica, obiettivo che da sempre l’Associazione persegue.

“Sono trascorsi 10 anni dalla costituzione dell’Orchestra di Fiati del Conservatorio Tomadini. E’ un progetto che si pone sulla strada intrapresa anche da altri Conservatori italiani che, anche grazie all’azione di alcuni insegnanti, puntano a riqualificare una grandissima tradizione che per lungo tempo ha sofferto di una certa marginalizzazione all’interno delle istituzioni musicali che pur avrebbero dovuto sostenerla. Per la maggior parte degli studenti di strumento a fiato e a percussione si tratta di una opportunità unica che consente loro di affrontare un repertorio di caratura internazionale che spesso per ragioni tecniche e di organico non è possibile eseguire con altri complessi. In questo senso l’Orchestra di Fiati diviene un momento di valorizzazione delle capacità musicali e di crescita artistica dei partecipanti. Questa esperienza vuole essere anche un momento di raccordo con la nostra terra: la tradizione bandistica del Friuli è quanto mai ricca e viva, da un lato per l’alto numero di Bande, dall’altro per l’intensa attività svolta dalle bande stesse, anche al di fuori dei confini regionali ed italiani, visto il crescere di scambi culturali con Orchestre di Fiati di Stati in cui questi complessi sono assai diffusi ed hanno raggiunto livelli di qualità molto elevati.”

CC_ByNcNd88x31 A.Fi.S.

Letto 570 volte Ultima modifica il Domenica, 17 Aprile 2016 20:08

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.